Un intervento di soccorso in pista che ha salvato una vita

Nel pomeriggio di sabato 23 febbraio, la tempestività di intervento e la coordinazione tra i soccorritori hanno salvato la vita ad uno sciatore accasciatosi in pista a seguito di un malore, rivelatosi poi essere un infarto.

Il servizio di soccorso in pista è stato avvisato da un utente che ha assistito alla scena e, nel frattempo, una guida alpina che passava casualmente sul posto ha saputo capire la gravità della situazione ed è intervenuta, prestando le prime operazioni di soccorso. Di lì a breve sono giunti sul posto un pisteur secouriste Monterosa Ski e due agenti della Polizia di Stato della stazione distaccata sul comprensorio; grazie al coordinamento e all’addestramento dei vari professionisti intervenuti e alla disponibilità di presidi come il defibrillatore è stata salvata una vita.

L’incidente è avvenuto lungo la pista di rientro in paese, luogo in cui l’intervento diretto dell’elisoccorso non è possibile: lo staff medico giunto a Champoluc in elicottero è stato quindi portato sul luogo dell’accadimento con una rapida staffetta tra ambulanza e motoslitta. Dopo aver stabilizzato il paziente, lo stesso è stato elitrasportato all’Ospedale Parini di Aosta dove ha subito un intervento d’urgenza al cuore che ha avuto un esito positivo.

Il ringraziamento della Monterosa va a chi è intervenuto in questo caso specifico, ma anche a tutti coloro che ogni giorno lavorano con l’obiettivo di salvaguardare gli sciatori che frequentano le nostre montagne: i pisteurs secouristes delle società di impianti a fune, i distaccamenti della Polizia di Stato, dei Carabinieri e del Corpo Forestale sono le figure professionali che, ogni giorno, operano per garantire la sicurezza sulle piste.