Storie di Pink Experience

E ora la parola a loro, alle donne che si sono messe alla prova, che sono uscite dalla loro comfort zone per realizzare un sogno, per far emergere la loro tenacia, per supportare un’amica…


La guida mi ha dato la sicurezza, la tranquillità per concentrarmi sul mio corpo, la fatica, i muscoli, ma anche il paesaggio, l’aria, il silenzio, il rumore della neve e godere di tutto ciò.
La mia mente sapeva che lei invece era concentrata sulla condizione della neve, il tracciato, l’attrezzatura e la nostra sicurezza.
La vera sfida per me è stata la piccola cresta di roccia in vetta. Il mio punto debole è la paura del vuoto e dell’altezza. Siamo salite con Anna fino in cima provando l’esperienza di arrampicare. Mi sono sentita forte, riuscendo a superare la paura anche solo per un “piccolo” ostacolo.
Sono contenta di aver coinvolto 2 amiche.


Sicuramente questo tipo di iniziative aiutano a coltivare una passione che naturalmente deve già esserci ma che spesso non si riesce a concretizzare perché la famiglia o la cerchia di amici non ti supportano e allora partire “da sole” può essere scoraggiante. Pare che una donna abbia sempre bisogno di un supporto, di una compagnia… Lo avete notato?
Sicuramente non tutte riescono a passare oltre questa mentalità e iniziative come le Pink Experience aiutano molto a superare questo limite.


Per me è stata una bellissima esperienza, molte emozioni. Non sono un atleta ed era la prima volta che andavo a 4000 metri quindi l’esperienza ha raggiunto l’obiettivo di farmi capire che noi donne se vogliamo possiamo fare tutto. Io tra l’altro sono stata operata ad un tumore al seno (visto che parliamo di LILT), ho fatto terapie e ho attualmente un’invalidità riconosciuta molto alta. Quindi poter fare comunque questa esperienza dopo i problemi di salute avuti, dopo aver pensato che la mia vita non sarebbe stata la stessa, mi ha riempito di commozione e forza.
La guida Anna mi è piaciuta tantissimo, come persona e come guida. Preparata ma anche cordiale e simpatica.


Sono entusiasta di questa esperienza. È stato bello mettersi alla prova. L’organizzazione è stata perfetta, nulla era lasciato al caso. Anna è stata una super guida, molto professionale, paziente, ci ha supportate e a volte sopportate, ma ci ha portate fino alla meta. Se tornassi indietro la ripeterei mille volte ancora. È stato indimenticabile.


Torna a #liberamentefemminile