Experience Monterosa

Città di Varallo Sesia

Varallo: il centro culturale ed artistico della Valsesia

Situata all’imbocco della parte superiore della Valsesia, in una vasta conca dominata dal Sacro Monte, Varallo è la capitale storica e culturale della Valsesia. La città ha un impianto urbanistico settecentesco e possiede interessanti monumenti che valgono una visita al centro storico, oltre che al Sacro Monte per cui è particolarmente nota. Tra i motivi per fermarsi qui ci sono anche La collegiata di San Gaudenzio, la chiesa di San Marco, di fondazione romanica, la Pinacoteca e il Museo di Storia Naturale, ospitati all’interno del palazzo dei Musei; infine, in prossimità della salita che porta al Sacro Monte la chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Il Centro storico

Particolare interesse suscita il centro storico della città di Varallo, oggetto negli ultimi anni di considerevoli azioni di recupero e di valorizzazione. Nella sua area, che viene spesso pedonalizzata, sorgono tutti i principali monumenti cittadini ed è ancora possibile scorgere il carattere commerciale di un tempo con antichi negozi, molti dei quali aperti sulle strette vie delle contrade. Qui è possibile ammirare e comprare i prodotti tipici dell’artigianato valsesiano quali scapin, puncetti e vari tipi di manufatti in legno, marmo o pietra ollare.

Il Monte di Varallo

La Chiesa quattrocentesca di Santa Maria delle Grazie, monumento nazionale, si trova in prossimità della partenza della Funivia che porta al Sacro Monte di Varallo. Questa chiesa custodisce la grandiosa Parete Gaudenziana, opera eseguita dall’artista valsesiano Gaudenzio Ferrari nel 1513 e composta da un ciclo di affreschi in 21 riquadri che narra la vita e la Passione di Cristo.

Percorsi attrezzati: La Ferrata Falconera

La Ferrata della Falconera, inaugurata di recente, domina Varallo. È un percorso atletico di notevole impegno fisico e tecnico con 400 metri di fune per superare alcuni tratti strapiombanti e percorrere cenge orizzontali.

La Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Le numerose architetture civili e religiose del centro storico, un sistema ricettivo ampio e di ottima qualità, oltre ad un calendario di eventi ben strutturato e vasto, fra cui spiccano il Carnevale e la fiera dell’Alpaà, hanno contribuito ad ottenere questo importante riconoscimento.