Experience Monterosa

Santa Maria delle Grazie

Il prologo e la sintesi dell’esperienza al Sacro Monte di Varallo!

La Chiesa di Santa Maria delle Grazie fu costruita tra il 1486 e il 1493 per volere del frate francescano Bernardino Caimi. Si trova poco fuori dalla fitta rete delle contrade di Varallo, e nel 1931 Papa Pio IX la elevò alla dignità di basilica minore.

All’interno vive una delle opere più ricercate della Valsesia e del Piemonte, la grande Parete Gaudenziana. Si tratta di un tramezzo affrescato da Gaudenzio Ferrari nel 1513, che vi illustrò alcuni episodi della vita e della passione di Gesù, dall’ Annunciazione alla  Resurrezione. Questa immensa parete illustrata misura 10,40 metri in larghezza e 8 metri in altezza, e divide la chiesa in due zone. Quella dietro la parete affrescata veniva usata come aula di predicazione, mentre in quella davanti era celebrata la Santa Messa e i fedeli potevano accedervi liberamente. L’immediatezza della della pittura di Gaudenzio rende queste scene facilmente riconoscibili e comprensibili.

La corrispondenza tra le scene dipinte nei riquadri della parete e le rappresentazioni interne alle cappelle del Sacro Monte è totale. Per questo la Parete Gaudenziana costituisce una sorta di preparazione all’ascesi proposta nel percorso del Sacro Monte.

Potete trovare le Chiesa di Santa Maria delle Grazie ai piedi della salita che da piazza Gaudenzio Ferrari conduce al Sacro Monte, a pochi passi dalla partenza della Funivia. Oggi il chiostro accanto alla chiesa ospita le Suore Missionarie.

 

Orario di apertura: dalle 6.30 alle 11.45 e dalle 15.00 alle 18.00